Supercoppa, the day after. L’MVP Salas: “Non molliamo mai”. Il presidente Pizza: “Ho finito le parole per descrivere questo gruppo”

PESARO – “Molte squadre spesso mollano, noi non siamo abituati a farlo. Abbiamo dimostrato ancora una volta la nostra fame di vincere”. Il risveglio da Supercampioni è stato fantastico, l’MVP della finalissima di Eboli, il “Cholito” Salas, non trattiene l’entusiasmo: “E’ stata una vittoria bellissima, soprattutto per come si era messa la partita. Siamo felici, adesso è tempo di riposarsi e di prepararci per tornare al 100%. Proveremo ancora a vincere con questa maglia, forza Italservice Pesaro!”.

Non manca una dedica speciale: “Prima di tutto alla mia famiglia che mi sostiene da sempre e alla mia ragazza che mi è stata vicino più che mai. E poi al grande popolo biancorosso”.

Parole bellissime quelle di Salas, come quelle del presidente Lorenzo Pizza: “E’ stata una partita meravigliosa – racconta -, sinceramente non ho più parole per descrivere questo gruppo e questo allenatore. Ci stupiscono veramente sempre di più. Una partita già persa, ripresa e poi vinta. Un qualcosa di fantastico che ci riempie di orgoglio. Quello che stanno e stiamo facendo ci rende troppo felici. Tantissime persone poi possono godersi queste gare grazie alle prestigiose telecamere di Sky e non possono che innamorarsi di questo sport meraviglioso. Complimenti a Colini che ha letto la partita in maniera fantastica, a un minuto dalla fine ha azzardato nel volerla vincere e ci è riuscito. La società fa poco, si limita a costruire, poi in campo ci vanno i giocatori. Il merito è loro e sono convinto che anche in futuro ci regaleranno nuove soddisfazioni, a noi, a Pesaro e alle Marche”.

Come quelle che si è regalato Manuel Cianni, il baby portiere al suo debutto assoluto nella massima serie: “Ci tengo ad augurargli un grande in bocca al lupo per il futuro e mi complimento con lui – prosegue Pizza -. Ha sostituito un gran portiere come Espindola, debuttando e giocando in questa maniera nonostante i suoi vent’anni. E’ stato catapultato a giocare una finalissima di Supercoppa e ha risposto alla grande, lasciando da parte le emozioni e compiendo parate bellissime. Complimenti ancora a lui e a tutta l’Italservice Pesaro”.