“Solo chi ha scritto la storia del futsal la può raccontare: 1000 volte grazie Mister Colini”

PESARO – Lo striscione esposto dai tifosi biancorossi a Salsomaggiore Terme la dice lunga sul traguardo appena raggiunto da Fulvio Colini: 1000 panchine in Serie A, annesse competizioni nazionali (Coppa, Supercoppa, Playoff…) e internazionali (Uefa Futsal Cup prima, Champions League poi…).

Unico, inimitabile. Non a caso definito lo “Special One” del Calcio a 5. Una marea di titoli conquistati: 6 Scudetti, altrettante Coppa Italia, 7 Supercoppa Italiana e una Uefa Futsal Cup, oggi Champions League. L’unico italiano ad esserci riuscito.

A livello personale, nella bacheca del tecnico classe 1957 di Viterbo brillano il premio come Miglior Allenatore del mondo nel 2011 e due Panchine d’Oro in Italia. Queste ultime conquistate dopo i primi due anni al timone dell’Italservice Pesaro.

Giù il cappello insomma di fronte al tecnico più vincente, più stimato e più ambito d’Italia. Ovviamente con la (nostra) speranza che resti a Pesaro tanto tempo ancora.

Perché Colini non è solo sinonimo di successo. Fulvio è una colonna portante del club, punto di riferimento strategico in tutte le operazioni di casa Italservice. E’ un esempio e una “mente” da seguire. Certo, un pò di sana follia ce l’ha in zucca e non manca di mostrarla ogni tanto (come colui che scrive queste righe non manca di ricordargli almeno una volta a stagione). Ma è una “pazzia” sempre orientata verso il bene della squadra e della società. Si chiama genialità, a dirla tutta.

Domenica all’ingresso in campo delle squadre i tifosi biancorossi lo hanno omaggiato e osannato con lo striscione in foto e con cori a lui riservati, pieni di stima e affetto. Noi ci accodiamo, completando il discorso: 1000 volte grazie mister Colini… e altri 1000 di questi giorni e di successi con l’Italservice Pesaro.