Regular season, mancano solo 80 minuti. Tonidandel: “Acqua&Sapone e Came gare difficilissime, ma vogliamo restare primi”

Prima di tuffarci sulle parole di capitan Tonidandel in vista delle ultime due giornate di Serie A, vi dobbiamo un aggiornamento sulle condizioni del ‘nostro’ Pablo Taborda.

Il fuoriclasse argentino la scorsa settimana ha assaggiato finalmente il parquet del Pala Nino Pizza. Già la notizia ci fa scrivere questo articolo con dita eccitate e un enorme sorriso stampato sulla faccia.

Pablo poi sabato, in occasione di Italserivce-Aniene, ha effettuato la fase di riscaldamento con il resto della squadra. Tutti i tifosi si chiedono quando potrà essere arruolabile e la società ci tiene a specificare che Taborda sta tornando, sta recuperando dallo sfortunato infortunio di Parigi e presto sarà nuovamente a disposizione. Non c’è fretta ma siamo convinti che il nostro guerriero ci darà una grande mano nella fase decisiva della stagione.

Di certo c’è che Taborda calcherà anche il suolo del PalaRigopiano, sabato 3 aprile alle 19, per riscaldarsi insieme a tutti i suoi compagni. Stiamo parlando ovviamente del prossimo impegno dell’Italservice, che in questo weekend svolgerà il ruolo di spettatrice degli spareggi di Coppia Italia, e che poi tornerà in azione sul campo dell’Acqua&Sapone per la penultima giornata di Serie A.

Questo sarà il primo di due impegni decisivi in chiave regular season. Tonidandel e compagni arriveranno a Pescara con tre punti di vantaggio sull’inseguitrice abruzzese e sarà chiamata a difendere la vetta sia in quell’occasione che nell’ultimo match casalingo con la Came Dosson (17 aprile).

80 minuti separano Pesaro dal primo posto in Serie A e proprio il capitano biancorosso sottolinea quanto sarà complicato, e allo stesso tempo un obiettivo da centrare, difendere il primato: “Dovremo andare a Pescara per fare un risultato positivo, altrimenti ci supereranno in classifica, questa è la sostanza. All’andata abbiamo pareggiato, quindi solo se non perdiamo restiamo padroni del nostro destino. Per questo sarà una gara molto importante, ma non decisiva. Dopo Pasqua avremo l’ultimo match, in casa col Came Dosson, compagine che occupa il terzo posto. Ho detto tutto. La verità è che dovremo scendere in campo in entrambi i casi per dare il massimo e solo dopo guardare i numeri della classifica. Vogliamo chiudere la stagione regolare al primo posto, ma ci attendono due partite durissime”.