Finali scudetto, giovedì alle 20.30 al PalaFiera c’è gara2. L’Italservice è sotto 1 a 0: tutti INSIEME possiamo andare alla “bella”…

PESARO – Ed eccoci qua, a presentare un’altra partita importante dell’Italservice Pesaro. Quante volte è accaduto in questi anni? Tante, tantissime. Finali una dopo l’altra. Successi e soddisfazioni hanno scandito le stagioni, una dopo l’altra.

Ma stavolta è diverso, per tanti motivi. Primo fra tutti: siamo sotto, stiamo “perdendo”. Se fosse una partita a briscola e tressette… abbiamo perso la prima. Ora bisogna vincere la seconda per poi provare a giocarsi la “bella”. A “briscola”, ad Eboli, ha vinto la Feldi. Meritavamo di più? Per le occasioni create certamente sì, ma quelle servono solo per gli highlights. Conta chi ha messo in tasca il primo punto al triplice fischio e dopo i rigori il primo punto ce l’hanno i campani. Fine delle ipotesi, dei “se” e dei “ma”.

Ora sotto col “tressette”. Appuntamento giovedì sera alle 20.30 al PalaFiera di Pesaro per la finale scudetto gara-2. Ricordato che si gioca alla meglio delle tre partite (chi ne vince prima due, si laurea Campione d’Italia), il gioco stavolta sarà differente perché potremo contare su centinaia e centinaia di tifosi dalla nostra parte (PER ACQUISTARE I BIGLIETTI CLICCA QUI). Ma la Feldi Eboli non verrà certamente in gita. Tutt’altro. Neanche per sogno. Servirà una Italservice perfetta per rimettere il discorso in parità e poi andare a rimescolare le carte in vista della eventuale e a quel punto decisiva gara-3 (se sì, appuntamento sabato alle 20.30 di nuovo al PalaFiera).

In palio c’è uno scudetto, il tricolore sul petto. Ma anche e ancor più l’orgoglio di una società, di una città, di una regione. Di un popolo, quello marchigiano, che da qualche anno a questa parte si è preso la grande ribalta nazionale del futsal e non ha nessuna voglia di lasciare spazio ad altri. E c’è pure il pass per la Champions League 2022-2023, dove da quattro anni brilla il nome dell’Italsservice Pesaro.

Sarà dura, tremendamente dure giovedì sera. Sarà una battaglia di nervi, prima che di tecnica e tattica. Una considerazione ci fa essere convinti di potercela ancora fare: conosciamo i nostri ragazzi e il nostro staff. Conosciamo il loro immenso spessore umano e sportivo. Qualcuno dice che siano a “fine corsa”. Ne siete sicuri? Vedremo… Una cosa è certa, lo hanno detto, scritto e ripetuto in ogni modo in questi giorni Tonidandel e compagni dopo la sconfitta di gara-1: daranno l’anima per vincere la prossima sfida!

Anche un’altra cosa è certa: sono ragazzi con un cuore grande che si alimenta anche del calore che li circonda. Per questo e per regalarvi uno spettacolo di adrenalina, ancora una volta, stavolta più che mai, vi invitiamo al match di giovedì sera. Speriamo di poter festeggiare tutti insieme al suono della sirena.

Insieme ce la possiamo fare. Noi con voi, voi con noi: diamo tutto, in ballo c’è lo Scudetto 2021-2022. Tutti vogliamo che resti a Pesaro e nelle Marche, ci vediamo giovedì al PalaFiera.