Alle 20.30 sfida al Real Rieti. Il Direttore Troilo: “Trasformiamo la stanchezza in carica. Champions? Gran lavoro di tutti”

Immagine 15546

 

PESARO – Arriva il Real Rieti capolista: appuntamento alle 20.30 al Pala Nino Pizza per un big match molto atteso. A scaldare la vigilia, presentare la gara e fare il punto anche sulla settimana di Champions League vissuta in Kazakistan, ci affidiamo al Direttore dell’Italservice Pesaro, Marco Troilo.

“Ci aspetta una partita di livello altissimo come quelle che abbiamo appena affrontato in Champions – dice a poche ore dal kick off -. Ci arriviamo carichi di lavoro accumulato mentalmente e fisicamente nei giorni scorsi. I ragazzi però sono sempre molto bravi a mettere in campo tutto quello che hanno per trasformare stanchezza in energia e sarà così anche oggi. Uno dei nostri obiettivi è quello di arrivare alla fine del girone di andata nei primi due posti della classifica e questo traguardo passa anche per una partita importante come quella di stasera”.

Inevitabile tornare con lui alla settimana di Elite Round di Champions League vissuta in Kazakistan. “E’ andata molto bene. Solo alcuni dettagli non ci hanno permesso di passare alle Final Four, che comunque non è mai stato un nostro obiettivo, ancor più dopo il girone in cui siamo stati inseriti. Siamo usciti ma a testa altissima, al termine di una settimana in cui ce la siamo giocata alla pari contro tre grandi d’Europa. Nonostante avessimo delle defezioni abbiamo dimostrato di poter stare al loro stesso livello e solo due gol subiti negli ultimi 200 secondi dell’ultima gara non ci hanno permesso di volare addirittura alle Final Four”.

E ancora: “Sono molto contento di come è andata anche perché sono rimasto ancora una volta sorpreso dall’atteggiamento dei ragazzi. Tutti hanno messo da parte ogni problema legato a stanchezza e rotazioni ridotte rispetto agli avversari. Grazie all’atteggiamento di tutti abbiamo trascorso una settimana in totale armonia fra squadra e tutto il resto dello staff. A tal proposito va sottolineata la grande efficienza di ogni persona che ha lavorato attorno alla squadra: ciascuno si è messo a totale disposizione e servizio del club e questo ha permesso di lavorare al meglio. Senza nulla togliere agli altri presenti o a chi non è potuto venire in Kazakistan, personalmente sono rimasto straordinariamente sorpresa dal lavoro di Vincenzo Borea: era la sua prima volta assoluta nella veste di dirigente accompagnatore, un ruolo che richiede grande attenzione e sacrificio. Sì è calato perfettamente nella parte,  divenendo immediatamente una figura preziosa anzi fondamentale a supporto del lavoro dei ragazzi”.

Una nota di merito che porta ad una conclusione importante: “Ciò conferma che la società sta crescendo, perché ogni giorno che passa si curano aspetti legati anche al team di lavoro. Aspetti che fino a poco fa non si conoscevano, ora invece se ne apprezza il valore e per questo si continua sempre più a puntare sulle persone e sui ruoli per crescere come l’Italservice vuole fare. In campo e fuori”.

In chiusura Troilo torna sulla stretta attualità. “Champions capitolo chiuso, da tre giorni la testa di tutti è sulla partita di stasera. Troveremo un Rieti agguerrito e determinato a fare i 3 punti. Avendo a disposizione una rosa costruita per provare a vincere tutte le competizioni per cui è in corsa, ci troveremo di fronte una squadra fortissima, peraltro decisa a riscattare il passo falso contro la Came giunto in un momento di forma e risultati importanti. Loro probabilmente si aspettano di trovare una Italservice fiaccata dalle fatiche di Champions. A noi il compito di trasformare la inevitabile stanchezza in energia per questo big match”.